deutsch

Aborti

Dal primo ottobre 2002 l’aborto (altri nomi: abruptio o interruptio) fino alla dodicesima settimana di gravidanza anche in Svizzera non è più punibile.

La legge è cambiata a seguito di una votazione popolare durante la quale il 72,2 % dei cittadini aventi il diritto di voto ha approvato la norma legislativa sulla non punibilità dell'aborto volontario entro i primi tre mesi di gravidanza.

Hai bisogno di aiuto?

È una tua decisione.
Ti sosteniamo.

Gli articoli 118 fino a 120 regolano l’aborto. Fino alla dodicesima settimana di gravidanza la donna può decidere e l’aborto in questo caso non è punibile. La donna deve far valere per iscritto la sua condizione di bisogno. In più il dottore o la dottoressa deve consigliare la donna durante un colloquio. 

Nei casi rari in cui la gravidanza dura più di dodici settimane (aborto tardivo), il medico operante deve prendere la decisione a favore dell’aborto a seguito di un colloquio approfondito con la donna e dopo aver conferito con i servizi competenti.

Noi offriamo anche dei colloqui di esperti competenti e indipendenti da noi per discutere nuovamente la situazione.

Ci sono due metodi per praticare l’aborto:

Tramite farmaci

in questo caso alla donna incinta viene somministrato un farmaco (Mifegyne) che blocca l’azione dell’ormone progestinico progesterone. In questo modo la gestazione non continua. Due giorni dopo, alla donna incinta viene somministrato un farmaco (Cytotec) che provoca l’espulsione del materiale fetale. Questo metodo può essere praticato fino alla fine della settima settimana di gravidanza (vale a dire fino al 49° giorno dopo l’ultimo delle mestruazioni precedenti).

Tramite un’operazione

in questo caso il materiale fetale viene asportato con una pipetta a vuoto. Si tratta di un’operazione che può avvenire durante un’anestesia locale oppure durante un’anestesia totale breve (con il medicamento Dormicum). Questo metodo può esser praticato fino alla dodicesima settimana di gravidanza e anche più tardi.

Siamo in grado di praticare con grande competenza, esperienza e con le apparecchiature necessarie sia il metodo medicamentoso sia il metodo chirurgico. Il dott. B. Maggi pratica regolarmente l’aborto chirurgico dal 1980. Per la sorveglianza postoperatoria disponiamo delle necessarie stanze di riposo. Le nostre assistenti nello studio sono formate e hanno una lunga esperienza e pure una grande capacità di immedesimarsi. Loro offrono un’assistenza umana e competente.