deutsch

Vasectomia

Con il termine vasectomia viene designata l’operazione che rende l’uomo sterile.

Con il termine vasectomia viene designata l’operazione che rende l’uomo sterile:
vas (dal latino: vaso, condotto spermatico), ek-tomie (dal greco: asportare, tagliare). A seguito di un’anestesia locale sui lati di sinistra e di destra dello scroto mediante un piccolo taglio (circa 1 cm) esso viene aperto, vengono cercati i condotti spermatici e liberati dall’involucro di tessuto. Una parte del condotto viene recisa, le terminazioni rimaste vengono suturate e poi viene chiuso lo scroto. Dr. Maggi e Dr. Oertle hanno operati da 1980 totalmente 1435 uomini.

Hai bisogno di un consiglio?

Le conseguenze dell’intervento

Gli spermatozoi che si sviluppano nei testicoli e che sono immagazzinati nell’epididimo non raggiungo- no più l’eiaculato. Rimangono nell’epididimo e sono riassorbiti. L’eiaculato che per la maggior parte è composto dal secreto della prostata e delle vesci- cole seminali mantiene la sua quantità, l’aspetto e l’odore inalterati. Il piacere, l’erezione e la capacità di avere un orgasmo non sono pregiudicati.

La vasectomia è quasi irreversibile. Con grande dis- pendio e abilità operatoria le due terminazioni pos- sono esser trovate e ricollegate. Il passaggio degli spermatozoi all’interno dei condotti, però, non è ga- rantito. E se la vasectomia è stata eseguita alcuni anni fa, spesso nei testicoli si sviluppano anticorpi che distruggono gli spermatozoi super ui nel loro luogo di origine. Anche se il passaggio degli sper- matozoi è nuovamente assicurato, l’uomo rimane sterile in questo caso.

La decisione per l’intervento

La decisione per l’intervento deve essere presa da entrambi i partner con grande cautela. L’uomo deve esser in chiaro sul fatto che durante una seguente nuova relazione non potrà concepire altri  gli. Anche nel caso in cui dovesse succedere qualcosa ai  gli, non potrà concepire altri  gli.

La preparazione dell’intervento

Due giorni prima dell’intervento i peli sullo scroto de- vono essere allontanati. Dato che una lama potreb- be ferire la pelle, consigliamo una crema depilatoria.

Dopo l’intervento

I dolori a seguito dell’intervento sono deboli e persi- stono per alcuni giorni in forma lieve. Dopo cinque giorni potete togliere i  li da soli o venire nello studio. Fare la doccia è permesso. Durante i seguenti 7 – 10 giorni non dovreste sollevare grandi pesi ( no a 10 kg sono permessi). Per certe professioni vi sarà asse- gnato un congedo. Andare in bicicletta e fare jogging sono da tralasciare durante i primi dieci giorni segu- enti l’intervento. Avere rapporti sessuali è permesso, anche il giorno stesso dell’intervento. Ma attenzione: siete ancora fertili! Ci vorranno alcune settimane (tra 25 e 40 eiaculazioni)  no a quando tutti gli spermato- zoi hanno passato l’apparato genitale. Vi preghiamo di portarci un campione di eiaculato (dopo 5 giorni di astinenza) tre mesi dopo l’intervento. Se il campione non contiene spermatozoi, siete sterili.

Complicazioni dopo l’intervento

Molto raramente si può sviluppare un’infezione nella zona dell’intervento. Se il tessuto attorno alla cicatrice diventa rosso, si gon a fortemente e soffrite di dolo- ri forti e diversi dai precedenti, chiamateci subito. In questo caso è necessaria una terapia con antibiotici. Raramente un ematoma può colorare lo scroto di blu. Questo è innocuo se non sono presenti sintomi di in- fezioni (vedi sopra). Talvolta alcune settimane dopo l’intervento si possono veri care dolori lancinanti nello scroto che durano per alcuni giorni: questo è il perio- do in cui l’epididimo si adatta al riassorbimento degli spermatozoi. Pacchi di ghiaccio e un sem-plice far- maco antidolori co e antin ammatorio (ad es. Pon- stan®) possono aiutare a superare questi giorni.

I costi dell’intervento

CHF 800,– da versare il giorno dell’operazione in contanti dietro ricevuta. Alcune casse malattia dan- no un contributo per l’intervento.